skip to content | skip to menu

Il multilinguismo e la rete

Il multilinguismo e la rete

Luglio 2011

 

Jessica Cancila and Federico Guerrini

"Le lingue sono lo strumento migliore per raggiungere la comprensione reciproca e la tolleranza.
Il rispetto per tutte le lingue è un fattore chiave per assicurare una coesistenza pacifica,
priva di esclusioni, delle società e di tutti i suoi membri"
Irina Bokova, Director-General of UNESCO

 

In questo numero della Newsletter presentiamo una discussione sul multilinguismo e Internet. In particolare, cercheremo di vedere alcuni esempi di come il multilinguismo può servire la rete e viceversa.

Oggi, secondo dati dell'UNESCO, meno di cento lingue sono rappresentate nel mondo digitale. Per meglio comprendere il problemi, si consideri che esistono circa 6.800 lingue parlate nei 200 paesi del mondo. Di queste, 2.261 hanno un sistema di scrittura mentre le restanti sono soltanto lingue orali. Considerata l'importanza del ruolo del cyberspazio per
l'accesso all'educazione e all'informazione, un obiettivo importante da raggiungere potrebbe essere quello di aumentare il numero di lingue presenti in internet.
Per raggiungere questo obiettivo, l'UNESCO sostiene iniziative e politiche linguistiche volte a promuovere la diversità linguistica in rete e le pratiche migliori legate al multilinguismo.

 

Il multilinguismo al servizio di internet: risorse multilingui

Un numero crescente di siti web scelgono il multilinguismo come mezzo per raggiungere sempre più utenti. Per fare un esempio, il linguista F. Grosjean pubblica sul suo sito web un documento, The right of the deaf child to grow up bilingual, in 31 lingue orali e 4 lingue dei segni. E mentre oggi l'arabo affronta dei profondi cambiamenti indotti dall'essere usato come lingua nei media (R. Bassiouney, Arabic and the Media, Brill 2010), i recenti avvenimenti politici, culminati in quella che è stata chiamata la 'Primavera araba', hanno visto nell'uso dell'inglese, accanto all'arabo, un importante mezzo di diffusione delle notizie. Infatti, come Kathryn Corrick ha riassunto recentemente al Festival Internazionale del giornalismo di Perugia, l'uso dell'inglese nei social media, quali Facebook, Youtube o
Twitter, ha accresciuto la possibilità che le notizie venissero lette dai media occidentali.


Un sito che conta articoli scritti in più di 255 lingue è Wikipedia. Nel suo primo anno dopo il lancio ufficiale, avvenuto il 15 gennaio 2001, il sito disponeva di 20.000 articoli scritti in 18 lingue diverse. Il numero delle lingue è arrivato a 46 in due anni e oggi è a 255. Tuttavia, molte lingue non sono bene rappresentate e questo significa che c'è un ampio margine di crescita. La lingua più rappresentata è l'inglese, seguita da tedesco, francese, polacco, giapponese, italiano, olandese, portoghese, spagnolo e svedese.


Un importante progetto multilingue per la rete e per il trattamento automatico dell'informazione è WordNet. Si tratta di un database lessicale elettronico, ideato nel 1986 alla Princeton University dallo psicolinguista George A. Miller. Scopo del progetto era quello di verificare le teorie sulla memoria semantica dell'essere umano proposte nell'ambio
dell'Intelligenza Artificiale. Ad oggi, nella versione internazionale del progetto (Global WordNet), nata nel 2002, esistono database per 35 lingue, dall'Africaans al Turco, inclusi il Latino e il Sanscrito. La creazione dei database per lingue tipologicamente tanto diverse ha chiesto ai ricercatori di risolvere alcuni problemi, legati in particolare al concetto di 'parola' o alla peculiare morfologia di lingue agglutinanti come il turco o l'estone. La rete multilingue
formata dai diversi database rappresenta un mezzo potente per il trattamento automatico dell'informazione. Ad esempio, attraverso i motori di ricerca, si possono trovare pagine che contengano la parola cercata, e parole semanticamente affini, in un numero di lingue a scelta.

 

Internet per il multilinguismo: Best practicess

Accanto all'uso del multilinguismo per i nuovi media, discutiamo alcuni esempi dell'uso dei nuovi media per la diffusione del multilinguismo. Un'ampia comunità di utenti si incontra in rete per imparare nuove lingue. Il Polyglot Club è un'organizzazione no-profit che si propone di creare occasioni di scambio tra parlanti per imparare le lingue da parlanti nativi e scoprire nuove culture. Blog e siti che offrono lezioni di lingue si stanno moltiplicando rapidamente. Il
sito della BBC Website offre lezioni gratuite per 36 lingue. Tra I vari moduli, si possono trovare anche pacchetti che promettono allo studente di imparare i rudimenti di una lingua in 12 settimane, ricevendo anche un certificato (servizio disponibile per italiano, francese, spagnolo e tedesco). Il materiale offerto da Shenker easy può essere reperito su Youtube per imparare con naturalezza l'inglese parlato. La tua pronuncia non è proprio perfetta? Puoi unirti alla Comunità di Skype per incontrare virtualmente parlanti nativi con cui fare conversazione via Skype. O guardare film su Yappr (to learn English), che permette di imparare l'inglese utilizzando i sottotitoli (disponibili in inglese, cinese, giapponese, portoghese e spagnolo). Su Mangolanguages, Livemocha, Busuu, gli studenti possono trovare lezioni ed esercizi gratuiti. Numerosi sono poi i blog, come ad esempio Learn Italian, L'italiano da lontano or Laowai Chinese: Tips and Strategies to Learn Chinese. Mandarin Student è il blog di Chris, studente del Regno Unito che offre online I materiali che utilizza nel suo percorso di apprendimento.


Abbiamo incontrato Lorenza, una delle fondatrici della scuola online
L'italiano da lontano, la quale ci ha raccontato che i loro studenti si incontrano in rete con insegnanti qualificati creando una rete di contatti, di scambi e di esperienze che portano ad un efficace apprendimento della lingua, senza muoversi da casa. Le lezioni online possono essere uno
strumento efficace anche per gli studenti che frequentano una scuola di lingue all'estero, ma che non vogliono perdere quanto appreso una volta rientrati a casa - ci spiega Daniela della Lucca Italian School, con cui la scuola online collabora.


Comunità di famiglie bilingui possono incontrarsi e scambiarsi consigli attraverso blog e siti web loro dedicati, come ad esempio Hocus & Lotus (in Italiano e in Inglese) o Bilingue per gioco / Bilingual for fun (in Italiano e in Inglese), Bilingual Fun (in spagnolo) e molti altri. Hocus & Lotus si basa su un metodo innovativo che trova ragione nei principi della psicolinguistica e la cui validità è testimoniata da molti studi scientifici. L'insegnamento di una lingua straniera si realizza così in un contesto relazionale simile a quello in cui i bambini apprendono la lingua materna.

Per concludere, ricordiamo due esiti che offrono risorse sulle lingue: Omniglot.com, è un'enciclopedia online che offre informazioni dettagliate sulla maggior parte delle lingue del mondo; YourDictionary.com offre il più ampio repertorio online di dizionari e grammatiche.

 

Per discussioni sul tema del 'Multilinguismo in Internet', scrivendo a:

  • jessica DOT cancila AT gmail.com
  • meridium AT unistrapg DOT it

 

Gli autori:

Federico Guerrini

Federico Guerrini è un giornalista freelance che scrive di tecnologia e innovazione per La Stampa.it, l’Espresso, Il Sole 24 Ore Nord Est, Pc World, Internet Anch’io e altre riviste online e cartacee. Ha scritto anche alcuni libri sui social media. Tutto su Facebook (2008) e Trovare lavoro in Rete (2009), entrambi per l’editore Hoepli e Proteggi la tua privacy, Internet Utile, Alla scoperta di Twitter per la collana I Grandi Libri di Pc World. (2009) e,
nel 2010 "Facebook Reloaded", "Alla scoperta di Twitter".

 

Per contatti: federicogue AT gmail DOT com

http://federicoguerrini.com

 

Jessica Cancila

Jessica Cancila è un’assegnista di a ricerca del Dipartimento di Scienze del Linguaggio dell'Università per Stranieri di Perugia. I suoi interessi di ricerca includono la Sociolinguistica dell'interazione e il multilinguismo. Fa parte del team di ricerca del progetto Meridium..

For contacts: jessica.cancila AT gmail DOT com

 

 

Links

 

Multilinguismo : Rapporto Unesco

http://www.unesco.org/new/index.php?id=50219

http://unesdoc.unesco.org/ulis/cgi-bin/ulis.pl?catno=187016

 

The right of the deaf child to grow up bilingual (F. Grosjean)

http://kathryncorrick.co.uk/2011/04/16/international-journalism-festival-perugia-presentations



Website to learn and practice languages

 

http://www.polyglot-learn-language.com - Free Language Exchange Community Non-profit Organization.

http://community.skype.com/t5/Language-learning/bd-p/Languages - Skype Community

http://www.bbc.co.uk/languages – BBC Website

http://www.youtube.com/user/shenkerEasy – Shenker easy

 


Examples of Blogs to learn l anguages

http://learn-italian.blogspot.com - Learn Italian

http://italianlanguageclass.com - L'italiano da lontano partner of http://www.luccaitalianschool.com/ Lucca Italian School http://www.livemocha.

http://laowaichinese.net/ - Laowai Chinese: Tips and Strategies to Learn Chinese

http://friedelcraft.blogspot.com - Mandarin Student

http://www.livemocha.com - Livemocha

http://www.busuu.com/it - Busuu

http://www.mangolanguages.com - Mangolanguages

 


WordNet and related projects

http://www.globalwordnet.org – Global WordNet

http://www.cogsci.princeton.edu – WordNet.

 

Blogs, Networks, On-line resources for Bilingual families/ Risorse on line per famiglie bilingui

Hocus & Lotus (Italian/English)

http://www.biculturalfamily.org/blogs.html – Bilingual bicultural family Network (English)

http://www.bilingualforfun.com – Bilingual for fun (English)

http://bilingualfun.com/ Bilingual fun (Spanish)

http://bilinguepergioco.com/ Bilingue Per Gioco (Italian)

 

Wikipedia


www.wikipedia.org - Wikipedia Official Website

http://cybernetnews.com/wikipedia-celebrates-10-million-articles-worldwide - Multilingual Wikipedia


Metalinguistic Resources

http://www.omniglot.com - Omniglot.com

http://www.yourdictionary.com/languages.html - YourDictionary.com

 

 

loghino Meridium